La piazza nel centro storico di Napoli, tra il lungomare e Via Toledo Prende il nome dal plebiscito del 21 ottobre 1860 che decretò l’annessione del Regno delle Due Sicilie al Regno d’Italia. Piazza del Plebiscito è vicinissima al mare, incorniciata da quattro edifici di grande importanza storica e artistica: il Palazzo Reale, la Basilica di San Francesco di Paola, e due edifici simmetrici, la Prefettura e il Palazzo di Salerno. Il porticato semiellittico rievoca quello della Basilica di San Pietro a Roma. Al centro della piazza si trovano le due statue equestri raffiguranti Carlo III (opera del Canova) e Ferdinando I di Borbone, commissionate, dopo il periodo napoleonico, per celebrare il ritorno della casa spagnola a Napoli. Con i suoi 25000mq è una delle più grandi d’Italia e per questo si presta a manifestazioni o concerti.