ISO 13009, vademecum sulla certificazione per stabilimenti balneari

ISO 13009, vademecum sulla certificazione per stabilimenti balneari


Alcune indicazioni sul percorso per raggiungere la certificazione. Perché i gestori delle spiagge e gli operatori del settore balneare dovranno aprirsi alle regole del libero mercato e avranno la necessità di certificarsi.

L’attuale panorama normativo sembra ormai volgere verso una chiara direzione.

Le concessioni demaniali saranno interessate da procedure competitive e verranno premiati i migliori imprenditori, ossia chi sarà in grado di elevare lo standard qualitativo dei servizi offerti nella propria impresa balneare garantendo, contestualmente, l’imprescindibile trend della sostenibilità ambientale.

Sottovalutare tale realtà, sperare o attendere qualcosa di differente, diventa pericoloso e potrebbe portare a gravissimi danni per l’impresa stessa.

Occorre, quindi, strutturarsi al più presto.

Tutte le bozza di riforma contengono tra i requisiti di preferenza in sede di procedura aperta: “la natura e gli standard qualitativi dei servizi offerti”, cosa tra l’altro pienamente in linea con tutte le direttive europee che prevedano una qualsivoglia forma di “gara”.

Prassi consolidata in tutta Europa è quella di prevedere, nei bandi, un punteggio premiale per gli imprenditori che dimostrino alti livelli di qualità dei servizi offerti secondo i noti standard internazionali UNI – ISO.

Già da un anno esiste la possibilità - per le aziende balneari - di certificare il livello di eccellenza dei servizi proposti secondo la procedura ISO 13009 “Turismo e servizi connessi. Requisiti e raccomandazioni per il funzionamento della spiaggia”.

Tale certificazione, una volta ottenuta, garantisce agli ospiti e alla Pubblica Amministrazione concedente la garanzia che il livello dei servizi erogati è oggettivamente elevato sotto diversi e rilevanti profili quali:

  • gestione aziendale sostenibile,
  • basso impatto ambientale delle strutture,
  • offerta di servizi come la sicurezza, l'informazione e la comunicazione,
  • pulizia e raccolta dei rifiuti,
  • livello di accessibilità,
  • attività di intrattenimento socialmente utili,
  • pulizia del mare, etc.

Fra i tanti, i due più grandi vantaggi di una tale certificazione sono più che evidenti:

  • nelle imminenti gare a venire un'impresa balneare con servizi di qualità certificata avrà chance decisamente maggiori di aggiudicarsi l’appalto rispetto ad altri competitor;
  • un'impresa balneare con servizi di qualità certificata beneficerà di ripercussioni positive in ambito pubblicitario e di marketing derivanti dal porsi su un differente piano rispetto al comune stabilimento balneare.

Ritengo quindi indispensabile che gli imprenditori più illuminati debbano immediatamente intraprendere la strada della certificazione del proprio standard qualitativo (o elevare quello esistente) al fine di garantirsi le migliori chance nelle gare che verranno.

caminante.eu può supportarvi in questo importante percorso e guidarvi verso l’ambizioso obiettivo dell’ottenimento della certificazione ISO 13009.

Non attendere oltre.

ISO 13009, vademecum sulla certificazione per stabilimenti balneari

Nato nel 2019 dalla passione per il turismo e per i viaggi, caminante.eu vi offre un servizio su misura e propone pacchetti esclusivi e personalizzati, arricchiti sempre da un tocco originale ed unico che differenzi il vostro viaggio o vacanza e li renda speciali.

©  2022 caminante.euAll Rights Reserved.

Visitatori
Contatti
email:
lidosparagno2018@gmail.com
Cellulare:
3939632779